Top Chef: perché sono contenta che abbia vinto Matteo Fronduti – ma sarei stata contenta anche di Matteo Torretta

fronduti-torretta

Non avranno vita facile, gli autori di Top Chef, nel ricercare per la prossima edizione altri due Mattei.

Che di Matteo Fronduti e Matteo Torretta non ne nascono molti, e fra questi meno ancora decidono di diventare cuochi (e poi, diventano cuochi di successo – e poi, accettano di andare in tivvù – e poi, sono amici – eccetera eccetera).
Questi due lo hanno fatto e si sono sfidati, nella finale del talent, re contro re.

Ha prevalso il Fronduti, e io sono tanto felice perché è un personaggio fuori da ogni schema, grande grosso e puro, antieroe positivo lontano anni luce dal cliché dello starchef dominante. Io l’ho scoperto, colpevolmente, solo negli tempi, ma non posso dire altro che è bravo, bravo, bravo.

Cucina forte, Matteo Fronduti: il cuore crudo, il pepe, il pesto di coriandolo.
E te lo presenta con un garbo che stenti a credere sia scaturito da quelle manone, dal tocco inaspettatamente delicato quando si tratta di disporre una fogliolina, una pennellata di salsa.

Lo hanno presentato, a ragione, come “quello della periferia”. Solo apparentemente diverso da Torretta, che fa un tipo di cucina per certi versi più mainstream, in un locale sciccoso del centro. Ma basta guardarlo, quest’altro Matteo, per capire che sarebbe anche lui un ragazzo di borgata, se a Milano ci fossero le borgate.

Invece, ci sono quei quartieri decentrati che ultimamente piace nominare con l’hashtag.

Fronduti da #NoLo, il locale affacciato su una piazzetta-bomboniera dietro a viale Monza, ha battuto Torretta “The King” da via Durini.
Ma i tanti fan dell’uno o dell’altro sarebbero stati contenti comunque fosse andata. Che questa è stata una sfida tra cuochi, mica tra femminucce. E bene così.

Matteo Fronduti, Manna, piazzale Governo Provvisorio 6, Milano
Matteo Torretta, Asola Cucina Sartoriale, via Durini 28, Milano

Annunci

Informazioni su Francesca Romana Mezzadri

cucinare e amare. non necessariamente in quest'ordine
Questa voce è stata pubblicata in fatti miei e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...