La storia di due pasticcieri

venegono-superiore

Questo post parte da un paio di premesse.
La prima: dai 15 ai 42 anni ho vissuto a Venegono Superiore, paesino del varesotto di poco più di 7.000 anime.
La seconda: non mi piacciono i dolci.
Questo significa che non li cucino né li mangio volentieri e/o spesso e ha due dirette conseguenze: se proprio mi concedo un dolce, deve essere buonissimo e, se proprio devo fare entrare in casa un dolce, meglio che vada a comprarlo piuttosto che provare a farlo.

A Venegono la pasticceria per tutti quegli anni è sempre stata una e una sola: Buosi. Il miglior gelato alla vaniglia e il miglior gelato allo yogurt, i migliori bigné alla crema, i migliori cigni alla panna, le migliori torte di compleanno della mia vita sono sempre arrivati da lì, dalla pasticceria prima del passaggio a livello.

Quella che oggi è guidata da Denis Buosi, mio coetaneo e mago indiscusso del cioccolato che ha dato a un’attività a conduzione familiare alla seconda generazione (e quasi terza, perché i giovani – i gemelli Lorenzo e Andrea – crescono e pare scalpitino) un respiro più ampio: due punti vendita a Varese, un laboratorio con scuola a Vedano Olona e tante, tantissime collaborazioni ed esperienze in Italia e all’estero. Per dire: per anni ha fatto i cioccolatini per Giorgio Armani.
Insomma, Buosi non si discute.

Poi capita che mi trovi in uno studio fotografico per fare uno servizio con un giovane pasticciere, Davide Pisano, anni 31. Ci presentiamo e lui si scusa per essere in leggero ritardo: colpa del traffico, arrivava da Varese.
“Ma dai anch’io vivevo da quelle parti, di dove sei?”
“Di Venegono”
“Ma dai dove c’è Buosi?”
“Ehm, sì…”

E insomma Davide nel 2010 ha aperto la sua pasticceria (che si chiama proprio così: La Pasticceria di Davide) proprio a Venegono, andando in un certo senso a sfidare il lupo nella sua tana. Un po’ come aprire una gastronomia di fianco a Peck o un ristorante vegano davanti al Joia – ah, già, qualcuno questo l’ha fatto 😉
Giustamente animato da un sano senso di competitività nei confronti dell’illustre concorrente, Davide gli ha tuttavia riconosciuto un grande merito: quello di aver educato la gente al gusto, alla buona pasticceria, alla selezione delle materie prime, alla freschezza dei prodotti. Così, oggi, a Venegono c’è business per tutti.

Questa è la considerazione che mi ha spinto a raccontarvi la storia dei due pasticcieri: se si fa cultura (in questo caso, del cibo, ma il concetto credo potrebbe estendersi a qualunque ambito), gli spazi si moltiplicano, ognuno ha la possibilità di trovare la sua strada e tutti quella di crescere.

Sebbene durante lo shooting non abbia assaggiato nulla (ho già detto che non mangio dolci?) ho visto Davide lavorare: serio, preciso, sicuro. Fra laboratorio, negozio e catering, racconta che attacca alle due e mezza di notte e tira fino a sera: l’energia dei giovani – che invidia.
Non ho dubbi che stia facendo, e farà, buone cose.

Soprattutto, mi fa piacere che Venegono, nel suo piccolo, stia diventando un piccolo grande polo della (buona) pasticceria e che attiri clientela: nei paesi, per fortuna, la gente si sposta volentieri per raggiungere i suoi posti preferiti.

Anche questo, in fondo, è il bello della provincia: che ci si può fare persino cultura del cibo.

Buosi
via Baracca 18, Venegono Superiore

La Pasticceria di Davide
via Pasubio 41, Venegono Superiore

Annunci

Informazioni su Francesca Romana Mezzadri

cucinare e amare. non necessariamente in quest'ordine
Questa voce è stata pubblicata in fuori casa. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La storia di due pasticcieri

  1. Pingback: Andare a Torino per il Salone del Gusto e fermarsi in trattoria | conviviare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...